Analisi chimica e cinematica di stelle giganti della Grande Nube di Magellano

Minelli, Alice (2018) Analisi chimica e cinematica di stelle giganti della Grande Nube di Magellano. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Astrofisica e cosmologia [LM-DM270], Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Full-text non accessibile fino al 21 Settembre 2019.
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato

Download (5MB) | Contatta l'autore

Abstract

Questo lavoro di tesi è volto a fornire una caratterizzazione chimica e cinematica delle popolazioni stellari nella Grande Nube di Magellano (LMC). Sono stati analizzati spettri ad alta risoluzione acquisiti con lo spettrografo FLAMES del VLT per circa 400 stelle giganti della LMC, localizzate in 6 campi posti in diverse regioni della galassia. Si tratta del primo studio sulla LMC realizzato su un campione così ampio di spettri ad alta risoluzione analizzati in modo omogeneo. I principali risultati ottenuti sono: (1) lo studio ha fornito la prima evidenza di rotazione della LMC da spettri ad alta risoluzione; (2) la dispersione di velocità  si mantiene costante intorno a 25 km/s entro i primi 5 kpc, ma un campo tra i più esterni presenta un valore di 19 km/s, suggerendo un possibile calo della dispersione di velocità nel disco esterno della LMC; (3) la distribuzione di metallicità della LMC è dominata da una componente ad alta metallicità ([Fe/H]~-0.5) che costituisce ~90% del campione e da una componente secondaria metal-poor che si estende fino a [Fe/H]~-2. La componente principale è associata al burst di formazione avvenuto 4-5 Gyr fa con la cattura mareale della SMC da parte della LMC. La componente metal-poor è invece associata al lungo periodo di bassa formazione stellare che ha preceduto questo burst, quando la LMC è evoluta in isolamento; (4) il picco della distribuzione di metallicità  della componente dominante varia da [Fe/H]~-0.6 nei campi più interni e in quello a nord, ad un valore di [Fe/H]~-0.8 nei campi più esterni a sud della Barra. La presenza di un gradiente suggerisce un modello di formazione galattico outside-in; (5) non sono state trovate stelle con [Fe/H]<-2 e quelle con [Fe/H]<-1.5 sono meno dell'1% del campione analizzato; (6) la dispersione di velocità  delle componente più metallica (σ=23.6±1.0 km/s) è paragonabile a quella delle stelle metal-poor (σ=26.0±2.0 km/s), indicando che le due popolazioni non sono cinematicamente distinte.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Minelli, Alice
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
LMC,Grande Nube di Magellano,Analisi chimica e cinematica,velocità radiale,metallicità
Data di discussione della Tesi
21 Settembre 2018
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^