Rovine urbane: un progetto di recupero per la chiesa abbandonata di San Nicolò di San Felice a Bologna

Gambini, Luca (2017) Rovine urbane: un progetto di recupero per la chiesa abbandonata di San Nicolò di San Felice a Bologna. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Ingegneria edile - architettura [LM-DM270]
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (836kB)
[img] Documento PDF (Supplementary file)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (22MB)

Abstract

Le politiche di consumo e continua crescita del secolo scorso hanno causato il degrado del paesaggio, riducendone il valore e privatizzandolo. Una delle conseguenze più gravi del consumo di suolo estensivo, è la graduale distruzione del paesaggio naturale e la conseguente perdita dei territori agricoli. Oggi è quindi di vitale importanza pensare a un uso del suolo sostenibile attraverso il riutilizzo delle aree dismesse. Una strategia che sta prendendo piede nei territori europei è quella dell’innesto architettonico in luoghi interstiziali del tessuto consolidato delle città. L’obiettivo è di limitare l’espansione verso l’esterno dei centri abitati saturando i luoghi in disuso attraverso metodi compositivi contemporanei. E’ necessario quindi valorizzare i luoghi abbandonati e i vuoti urbani della città risolvendone i problemi. Il caso di studio è stato individuato nella chiesa sconsacrata di San Nicolò in via San Felice a Bologna, che al momento si presenta con la sua unicità di vuoto urbano in un tessuto altamente urbanizzato. Questa caratteristica è data dal particolare stato di abbandono del luogo, che rimasto per anni senza una copertura a proteggerlo dalle intemperie ha assunto le caratteristiche di una grande piazza nascosta in rovina, ricoperta di vegetazione spontanea. Il progetto sull’edificio muove le mosse proprio dall’unicità di questo luogo, con l’intento di renderlo un giardino segreto nel cuore della città, valorizzandone la particolare estetica romantica della rovina. Le modalità con cui il progetto si relaziona allo stato di fatto è quella dell’innesto, una sovrastruttura leggera che vive in simbiosi col luogo, senza occultarlo o sopraffarne l’identità, ma traendone l’energia per darne nuova vita. Per questo motivo si è individuata oltre alla funzione di luogo di socialità e riposo, un uso a galleria d’arte di carattere religioso, in continuità con lo spirito degli spazi in cui sorge il nuovo intervento.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Gambini, Luca
Relatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
rovina,urbano,rovine urbane,innesto,innesti,chiesa,sconsacrata,diocesi,bologna,san nicolò,san niccolò,nicolò,niccolò,giardino,segreto,san felice,cripta,dotti,composizione,architettura,parassita,vuoto,vuoti,rudere,ruderi,naborre,felice,contemporaneo,restauro,recupero
Data di discussione della Tesi
21 Dicembre 2017
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^