Applicazione dei PCM in un processo combinato di steam reforming e ossidazione parziale catalitica

Mannino, Irene Carla (2019) Applicazione dei PCM in un processo combinato di steam reforming e ossidazione parziale catalitica. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Chimica industriale [LM-DM270], Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Full-text non accessibile fino al 22 Marzo 2022.
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (3MB) | Contatta l'autore

Abstract

L’aumento della richiesta energetica, dell’inquinamento ambientale e la diminuzione dei combustibili fossili hanno indotto lo sviluppo di nuove tecnologie per un utilizzo più funzionale dell’energia. L’immagazzinamento di energia termica (thermal energy storage – TES) in generale, e i materiali a cambiamento di fase (Phase Change Material - PCM) in particolare sono stati uno degli argomenti di maggiore interesse negli ultimi 20 anni. In questo studio, lo scopo del PCM sarà quello di limitare i picchi endotermici ed esotermici causati dalle due reazioni che provocano stress al catalizzatore e al reattore. In questa applicazione i PCM serviranno quindi da termo – regolatori, assorbendo o rilasciando calore, in modo da mantenere stabile la temperatura operativa di reazione favorendo il risparmio energetico. Essendo le temperature operative superiori ai 700 °C saranno utilizzati PCM inorganici, poiché in grado di lavorare in queste condizioni con contenuti entalpici elevati. Pur mostrando delle ottime qualità, i materiali inorganici sono, però, caratterizzati dall’alta corrosione e bassa conducibilità termica. Per superare tali ostacoli, in questo lavoro di tesi è stata prodotta la forma stabilizzata del PCM (in cui il materiale è contenuto all’interno di una struttura porosa) che ne permette l’applicazione sfruttandone al meglio le proprietà termiche. In questa forma, il pericolo di perdite del materiale sono limitate, le proprietà termiche migliorate ed il sistema può essere inserito nel reattore proponendo una nuova tecnologia di termo-regolazione che lavori a contatto diretto con i flussi di reazione. Al fine di voler utilizzare i PCMs come sistemi aventi il duplice compito di termoregolazione e catalisi di reazioni, è stata addizionata una fase attiva ai compositi in forma stabilizzata. Sono quindi state testate le capacità di termoregolazione e catalitiche dei sistemi prodotti all’interno dell’ambiente di reazione.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Mannino, Irene Carla
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Indirizzo
CHIMICA INDUSTRIALE
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
PCM materiali a cambiamento di fase latent heat storage thermal energy storage shape-stabilized PCM forma stabilizzata di PCM
Data di discussione della Tesi
22 Marzo 2019
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^