Misura dell'effetto di latitudine sul flusso di raggi cosmici con il rivelatore PolarquEEEst

Bellagamba, Greta (2019) Misura dell'effetto di latitudine sul flusso di raggi cosmici con il rivelatore PolarquEEEst. [Laurea], Università di Bologna, Corso di Studio in Fisica [L-DM270]
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0

Download (5MB)

Abstract

Lo studio dei raggi cosmici, sin dalla loro scoperta all’inizio del ’900, ha permesso di scoprire nuove particelle e definire il Modello Standard della fisica delle particelle elementari. Ancora oggi grandi esperimenti continuano il loro studio per capirne la composizione e l’origine, e per collegarli ai fenomeni astrofisici che li hanno generati. In questa tesi sono stati analizzati i dati del rivelatore POLA-01 dell’esperimento PolarqEEEst. I dati sono stati raccolti in due periodi: dal 21 luglio al 5 settembre 2018, a bordo dell’imbarcazione Nanuq in viaggio attorno alle Svalbard, e dal 27 novembre 2018 al 31 gennaio 2019 in un viaggio lungo la penisola italiana, coprendo in totale latitudini tra i 38 e gli 82 gradi di latitudine Nord. Il principale argomento di studio qui riportato è la valutazione della variazione di flusso di raggi cosmici rivelati in funzione della latitudine.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea)
Autore della tesi
Bellagamba, Greta
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
Nanuq,Polaequest2018,PolarquEEEst,Muoni,Svalbard,POLA_01,Raggi Cosmici
Data di discussione della Tesi
15 Marzo 2019
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^