Metodi strumentali innovativi a supporto della valutazione del paziente con emianopsia

De Silvestri, Sara (2019) Metodi strumentali innovativi a supporto della valutazione del paziente con emianopsia. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Ingegneria biomedica [LM-DM270] - Cesena
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (2MB)

Abstract

L’emianopsia è un deficit centrale della visione che consiste nella perdita di una porzione di campo visivo al quale si associa una disorganizzazione dei movimenti oculari. Ciò risulta in una limitazione dell’autonomia nello svolgimento nelle attività quotidiane, come il muoversi in ambienti con ostacoli, che è solitamente valutata con questionari autosomministrati. Il trattamento riabilitativo che permette un recupero funzionale è di tipo compensativo, atto a rendere più efficaci le strategie oculomotorie. Questo elaborato è uno studio esplorativo su due possibili metodiche atte a valutare l’impatto funzionale dell’emianopsia: nella prima i partecipanti svolgono un compito che prevede movimenti saccadici e, sfruttando un’elaborazione automatica del segnale oculomotorio da eye-tracker, vengono estratti parametri d’interesse clinico. Nel secondo esperimento si è utilizzato un set-up ecologico che prevede il cammino con aggiramento di ostacoli verticali e sono stati estratti potenziali indicatori clinici da sensori magneto-inerziali posizionati sui piedi ed in fronte. Sono stati estratti parametri dall’orientamento della testa, dalla traiettoria messa in atto e quelli spazio-temporali del passo. In entrambi gli studi hanno partecipato emianoptici e soggetti sani, tra cui si è controllato quali parametri permettevano di distinguere le due popolazioni. Inoltre, si è valutato qualitativamente se gli indicatori potessero avere ricadute cliniche con acquisizioni ripetute pre e post-trattamento. Nel primo studio sono risultati in grado di discriminare tra i due gruppi l’accuratezza nella risposta, nella saccade di ritorno sia quando eccessiva che quando troppo ridotta ed il numero di correzioni. Nel secondo sono risultati significativamente diversi la velocità e la lunghezza del passo. I risultati preliminari di questa ricerca mettono in luce la potenzialità di questi strumenti per il loro utilizzo nella pratica clinica per la valutazione del paziente con emianopsia.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
De Silvestri, Sara
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
emianopsia,Eye-tracker,Sensori inerziali,riabilitazione,deficit centrali del campo visivo
Data di discussione della Tesi
13 Marzo 2019
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^