Efficacia del trattamento fisioterapico sul dolore e la qualità di vita delle donne affette da sindrome del dolore pelvico cronico: una revisione della letteratura

Fabbri, Laura (2018) Efficacia del trattamento fisioterapico sul dolore e la qualità di vita delle donne affette da sindrome del dolore pelvico cronico: una revisione della letteratura. [Laurea], Università di Bologna, Corso di Studio in Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di fisioterapista) [L-DM270]
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (882kB)

Abstract

Il dolore pelvico cronico è un dolore riferito all’area pelvica e persistente o ricorrente da almeno 6 mesi, non ciclico e non correlato alla gravidanza. Esso ha una prevalenza consistente nella popolazione femminile in età riproduttiva, e può essere causato da diverse patologie oppure essere di natura idiopatica. Quando persiste per un tempo superiore ai 6 mesi si instaurano meccanismi patologici di sensibilizzazione centrale del dolore, che peggiorano i sintomi. La qualità della vita dei pazienti affetti è dunque ridotta poiché questa malattia va ad interessare la sfera biologica, psicologica e sociale della persona, limitandola nelle attività quotidiane. Le terapie disponibili per migliorare i sintomi sono quelle indirizzate alla patologia di base, ma nel caso non ci sia una causa apparente del disturbo le terapie sono eterogenee e molto spesso invasive. Obiettivo: condurre una revisione sistematica della letteratura per indagare le possibilità terapeutiche fisioterapiche e la loro efficacia nel trattamento della sindrome del dolore pelvico cronico. Materiali e metodi: è stata condotta una ricerca nelle principali banche dati (Pubmed, Cinhal, The Cochrane Library e PEDro) e nelle bibliografie di revisioni sistematiche e libri sull’argomento. Si è limitata la ricerca al sesso femminile e agli RCT. Risultati: sono stati inclusi 11 RCT che analizzano l’efficacia del trattamento fisioterapico, comparato ad un placebo o ad un’altra terapia, sul dolore e la qualità di vita. Conclusioni: a causa dell’alta eterogeneità dei trattamenti e delle sotto classificazioni della sindrome del dolore pelvico cronico esaminati non è possibile concludere che il trattamento fisioterapico sia valido nell’ambito del dolore pelvico cronico in generale. Sembra verosimile affermare che il trattamento fisioterapico porti a miglioramenti in donne affette da endometriosi, sindrome del dolore pelvico cronico, vulvodinia e dispareunia, ma resta incerta la sua efficacia sulla vescica dolorosa.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea)
Autore della tesi
Fabbri, Laura
Relatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
dolore pelvico cronico,vulvodinia,vescica dolorosa,sindrome del dolore pelvico cronico,trattamento fisioterapico,donna,endometriosi
Data di discussione della Tesi
14 Novembre 2018
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^