Analisi delle variazioni morfologiche indotte nell'alveo del Fiume Santerno dall'evento alluvionale del 20/09/2014

Parma, Francesco (2018) Analisi delle variazioni morfologiche indotte nell'alveo del Fiume Santerno dall'evento alluvionale del 20/09/2014. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Geologia e territorio [LM-DM270], Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Full-text non accessibile fino al 31 Marzo 2022.
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato

Download (15MB) | Contatta l'autore

Abstract

Il presente studio si occupa dell’analisi delle dinamiche fluviali del Fiume Santerno a breve e lungo termine. L’obiettivo primario del lavoro consiste nella valutazione delle variazioni morfologiche indotte nell’alveo dall’evento alluvionale del 20 Settembre 2014. A questo scopo sono state mappate in ambiente GIS differenti categorie di elementi, relativi alla configurazione dell’alveo prima e dopo l’evento, in modo da poter quantificare i cambiamenti avvenuti sia in termini di larghezza media del canale attivo che in termini di dinamiche sedimentarie. Per stimare i margini di errore associati alla misura GIS della larghezza del canale attivo sono state effettuate misure dirette in campo della stessa variabile, utilizzate successivamente come riferimento per il confronto con i valori ottenuti da remoto. L’analisi statistica dei residui mostra valori di incertezza mediamente compresi tra pochi decimetri e 3 metri. I risultati relativi all’analisi delle variazioni morfologiche indotte dall’evento mostrano significativi fenomeni di allargamento, e di danneggiamento della vegetazione arborea ripariale, che hanno interessato i settori confinato e semiconfinato del Fiume Santerno, mentre nel settore non confinato si riscontra un modesto restringimento. Per quanto riguarda le dinamiche sedimentarie associate all’evento, si è riscontrato un aumento della copertura di sedimento a spese dell’area in roccia nel settore confinato e in quello non confinato, mentre nel settore semiconfinato si osserva una situazione di equilibrio. In secondo luogo è stata analizzata la tendenza evolutiva a lungo termine dello stesso segmento di studio, in termini di variazioni della larghezza del canale attivo avvenute dal 1954 al 2014. In questo caso i risultati mostrano un significativo restringimento, di entità progressivamente maggiore da monte verso valle.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Parma, Francesco
Relatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Indirizzo
Curriculum A: Rischio idrogeologico
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
Fiume Santerno,Evento alluvionale,variazioni morfologiche,Analisi GIS,trend evolutivo
Data di discussione della Tesi
16 Marzo 2018
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^