Localizzazione e navigazione congiunta di droni

Sparnacci, Nicola (2018) Localizzazione e navigazione congiunta di droni. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Ingegneria elettronica e telecomunicazioni per l'energia [LM-DM270] - Cesena
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0

Download (4MB)

Abstract

In questa tesi vengono analizzati aspetti legati alla navigazione e localizzazione congiunta di Unmanned Aerial-Vehicle (UAV) per la ricerca della formazione ottimale in modo da minimizzare l'errore di stima della posizione di un target, situato in ambienti indoor piuttosto che outdoor. Attraverso l’uso di modelli d'osservazione realistici che tengono conto anche di eventuali scenari in cui vi sia un collegamento Non-Line of Sight (NLOS) tra target e UAV, vengono derivate le grandezze fondamentali legate al Cramér-Rao Lower Bound (CRLB) come la Fisher Information Matrix (FIM) e il Position Error Bound (PEB) per l’implementazione un algoritmo (centralizzato/distribuito) di ottimizzazione vincolata per il calcolo della formazione ottimale. Sono descritte metodologie e principi utili per creare un algoritmo di navigazione degli UAV tale che permetta di districarsi in ambienti caratterizzati dalla presenza di numerosi ostacoli (cluttered environments) e di evitare la collisione tra UAV, mantenendo condizioni di sicurezza. Nell'ipotesi in cui gli UAV siano in grado di comunicare e collaborare, vengono fornite le basi di teoria dei grafi per l'instaurazione della communication multi-hop rispettando i vincoli di massima latenza intrinseci alle applicazioni real-time quali la localizzazione di un target, aspetto non considerato in letteratura. I risultati hanno mostrato come il numero di UAV che compongono la rete giochi un ruolo fondamentale in termini di velocità di convergenza fissata l'accuratezza di localizzazione desiderata anche in presenza di un approccio distribuito single hop. Infatti, il numero di UAV utilizzati incide nel miglioramento dell'accuratezza di localizzazione sia nella versione centralizzata che distribuita dell'algoritmo. Attraverso i risultati delle simulazioni sono state ottenute importanti linee guida sul dimensionamento della rete di UAV al variare delle condizioni operative.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Sparnacci, Nicola
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
CRLB,FIM,UAV Networks,Information-Seeking Control,Indoor Target Localization,Position Error Bound,Optimal Localization Positioning,Distributed Algorithm,Centralized Algorithm
Data di discussione della Tesi
22 Marzo 2018
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^