Il debris flow di Punta Nera (Cortina d'Ampezzo,BL): caratterizzazione del bacino e analisi dei volumi mobilizzabili.

Bastreghi, Gianni (2018) Il debris flow di Punta Nera (Cortina d'Ampezzo,BL): caratterizzazione del bacino e analisi dei volumi mobilizzabili. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Geologia e territorio [LM-DM270]
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (11MB)

Abstract

Questo lavoro si è focalizzato sulla caratterizzazione del bacino di colata di Punta Nera (Cortina D’Ampezzo, BL), da un punto di vista geomorfologico, morfometrico ed idrologico ed ha avuto come obiettivo quello di indagare quali elementi hanno portato il fenomeno ad evolversi in maniera così rapida e massiccia negli ultimi anni. Sono state misurate, elaborate e confrontate le sezioni trasversali del canale degli anni 2011, 2015 e 2017 per comprendere l'evoluzione in termini di erosione e deposito. Sono state inoltre calcolati i volumi movimentati dagli eventi delle estati del 2016 e 2017, tramite la valutazione delle piogge nette con il metodo del Curve Number SCS e messi in relazione con le LSPP elaborate con il metodo Gumbel.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Bastreghi, Gianni
Relatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Indirizzo
Curriculum A: Rischio idrogeologico
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
debris flow,colata detritica,Punta Nera,Cortina d'Ampezzo,Acquabona,Dolomiti,frana,SCS,canale di flusso,sezioni di canale,bacino di alimentazione,Monte Sorapis,Valle di Cadore,ANAS,erosione,deposito,GSP,distanziometro,rilevamento,GIS,AutoCAD,Excel,Regione Veneto
Data di discussione della Tesi
15 Marzo 2018
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^