Modello matematico della cinetica dei soluti e del potenziale di membrana durante dialisi

Ballatori, Alessandro (2017) Modello matematico della cinetica dei soluti e del potenziale di membrana durante dialisi. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Ingegneria biomedica [LM-DM270] - Cesena, Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Full-text non accessibile fino al 15 Dicembre 2018.
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (2MB) | Contatta l'autore

Abstract

La dialisi non consente il ripristino totale della rimozione selettiva dei soluti e talvolta induce diverse complicazioni sintomatiche. Per rendere la terapia più tollerabile è necessario individuare un trattamento che permetta di stabilire quali profili di concentrazione dei principali soluti siano più adatti per il paziente. Perciò, per stimare ed ottimizzare la corretta “dose di dialisi”, è utile quantificare i processi di scambio di fluidi e soluti attraverso modelli matematici che tengano in considerazione sia la complessità dei fenomeni fisiologici e patologici, sia parametri specifici del paziente. Lo studio degli scambi di massa fra i compartimenti corporei durante le sedute dialitiche è fondamentale per evitare che il paziente incorra in squilibri pressori ed osmotici durante il trattamento. In questa tesi è stato sviluppato un simulatore in silico bicompartimentale di paziente in dialisi. Attraverso la descrizione del modello elettrico della cellula si è poi introdotto nella trattazione il comportamento del potenziale di membrana e le sue variazioni durante la seduta dialitica. Scopo di questo lavoro è dunque quello di pervenire ad un modello migliorato della cinetica dei soluti (con maggior riguardo nei confronti del potassio) durante l’emodialisi includendo anche le conseguenti variazioni di potenziale. Ci sono varie evidenze che la concentrazione di potassio nel bagno di dialisi molto spesso non è correttamente regolata nella moderna terapia. Raggiungere una strategia ottimale per la rimozione di potassio richiede una chiara comprensione dei suoi meccanismi di equilibrio nei due compartimenti cellulari. Infine è stato descritto un possibile sistema per modificare la concentrazione di potassio nel dialisato durante la seduta, dal momento che l’utilizzo di bagni dialisi con concentrazioni di potassio non costanti ma profilate può essere una valida alternativa alle dialisi convenzionali, al fine di ridurre il rischio aritmico.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Ballatori, Alessandro
Relatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
emodialisi,cinetica soluti,profiling potassio,potenziale membrana,modello bicompartimentale
Data di discussione della Tesi
15 Dicembre 2017
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^