RGB-D Object Recognition for Deep Robotic Learning

Cimmino, Martin (2017) RGB-D Object Recognition for Deep Robotic Learning. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Informatica [LM-DM270]
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0

Download (5MB)

Abstract

Negli ultimi anni, il successo delle tecniche di Deep Learning in una grande varietà di problemi sia nel contesto della visione artificiale che in quello dell’elaborazione del linguaggio naturale ha contribuito all’applicazione di reti neurali artificiali profonde a sistemi robotici. Grazie all’utilizzo di sensori RGB-D per l’acquisizione dell’informazione di profondità di una scena del mondo reale, i sistemi robotizzati stanno sempre più semplificando alcune delle sfide comuni nel campo della visione robotica. Nel contesto del riconoscimento oggetti RGB-D, un’attività fondamentale per diverse applicazioni robotiche, data una CNN come modello di apprendimento ed un dataset RGB-D, ci si chiede spesso quale sia la migliore strategia di preprocessamento della profondità al fine di ottenere una migliore accuratezza di classificazione. Un’altra domanda cruciale è se l’informazione di profondità incrementerà in maniera notevole o meno l’accuratezza del classificatore.Questa tesi è interessata a cercare di rispondere a queste domande chiave. In particolare, discutiamo e confrontiamo i risultati ottenuti dall’impiego di tre strategie di preprocessamento dell’informazione di profondità, dove ognuna di queste strategie conduce ad uno specifico scenario di training. Questi scenari vengono valutati per mezzo del dataset CORe50 RGB-D. Infine, questa tesi prova che, nel contesto del riconoscimento oggetti, l’utilizzo dell’informazione di profondità migliora significativamente l’accuratezza di classificazione. A tal fine, dalla nostra analisi si evince che la precisione e completezza dell’informazione di profondità ed eventualmente la sua strategia di segmentazione svolgono un ruolo fondamentale. Inoltre, mostriamo che effettuare un training from scratch di una CNN (rispetto ad un fine-tuning) può permettere di apprezzare miglioramenti notevoli dell’accuratezza.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Cimmino, Martin
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Indirizzo
Curriculum B: Informatica per il management
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
deep learning,robotics,object recognition,convolutional neural networks,machine learning
Data di discussione della Tesi
11 Ottobre 2017
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^