Preparazione di materiali nanostrutturati a base di Pt per applicazioni in catalisi

Carella, Francesca (2017) Preparazione di materiali nanostrutturati a base di Pt per applicazioni in catalisi. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Chimica industriale [LM-DM270], Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Full-text non accessibile fino al 24 Marzo 2020.
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato

Download (5MB) | Contatta l'autore

Abstract

L’ossido di grafene (GO) è un materiale 2D prodotto dall'ossidazione della grafite dalle interessanti proprietà meccaniche. La presenza di gruppi funzionali ossigenati rende il GO fortemente idrofilo e quindi facilmente disperdibile in acqua. L’utilizzo del GO in catalisi è legato alla sua ottima capacità di disperdere la fase attiva, grazie all’elevata area superficiale e di favorire la stabilizzazione delle particelle metalliche. Inoltre, se trattato in condizioni riducenti, il GO recupera parzialmente le caratteristiche di conducibilità elettroniche tipiche dei materiali grafenici che possono essere sfruttate per favorire reazioni di ossidazione o riduzione. Lo scopo di questo lavoro di tesi ha quindi riguardato la sintesi e caratterizzazione di materiali nanostrutturati a base di Pt e GO da utilizzare in catalisi. In particolare, lo studio ha comportato la preparazione di questi sistemi attraverso l’eterocoagulazione e spray-freeze-granulation di sospensioni nanometriche di TiO2 e SiO2 a cui sono stati aggiunti l’ossido di grafene ed il precursore del Pt. Nel processo di eterocoagulazione ci si basa su un approccio di tipo self-assembling, che sfrutta l’attrazione tra superfici di carica opposta, per favorire l’organizzazione spontanea dei nanosol di partenza in strutture core-shell. Le sospensioni sono state poi granulate utilizzando un sistema di liofilizzazione spray che ha portato alla formazione di catalizzatori granulati nanostrutturati con dimensioni micrometriche. I materiali preparati sono stati poi testati nella reazione di riduzione del 5-idrossimetilfurfurale (HMF) a 2,5 bisidrossimetilfurano (BHMF).

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Carella, Francesca
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
ossido di grafene platino spray-freeze-granulation 5-idrossimetilfurfurale idrogenazione
Data di discussione della Tesi
20 Marzo 2017
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^