Sinestesia, ovvero la contaminazione reciproca tra i sensi. Basi neurofisiologiche e tecniche di analisi

Buldrini, Elena (2017) Sinestesia, ovvero la contaminazione reciproca tra i sensi. Basi neurofisiologiche e tecniche di analisi. [Laurea], Università di Bologna, Corso di Studio in Ingegneria biomedica [L-DM270] - Cesena
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0

Download (2MB)

Abstract

La sinestesia è un raro fenomeno percettivo che consiste nell’interazione e sovrapposizione spontanea di più sensi: la stimolazione di una modalità sensoriale induce automaticamente una percezione in una seconda modalità, anche in assenza di una reale stimolazione di quest’ultima. La tesi tratterà inizialmente del fenomeno della sinestesia nel suo complesso e dei modelli neurali proposti al fine di comprendere le basi neurali sottostanti ad essa, dopodichè verranno approfondite alcune delle forme di sinestesia esistenti e verranno poi affrontate le tecniche di indagine cerebrale impiegate nello studio della sinestesia. Infine verranno illustrate tre nuove tecnologie basate sui principi della sinestesia, utilizzate in ambito terapeutico.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea)
Autore della tesi
Buldrini, Elena
Relatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
Sinestesia,multisensorialità,EEG,fMRI,TMS
Data di discussione della Tesi
16 Marzo 2017
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza il documento

^