Calcolo dei parametri perfusionali epatici mediante TC dinamica secondo un modello dual-input mono-compartimentale

Mottola, Margherita (2017) Calcolo dei parametri perfusionali epatici mediante TC dinamica secondo un modello dual-input mono-compartimentale. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Ingegneria biomedica [LM-DM270] - Cesena, Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Thesis)
Full-text non accessibile fino al 1 Settembre 2020.
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato

Download (3MB) | Contatta l'autore

Abstract

INTRODUZIONE. In oncologia, lo studio perfusionale consente di individuare i processi angiogenici tipici dei tumori e di monitorare gli effetti delle terapie anti-angiogeniche sulle sedi target. Una delle tecniche di imaging funzionale è la Tomografia Computerizzata perfusionale (TCp) eseguita con mezzo di contrasto (MdC), che consente di ricostruire le Time Concentration Curve (TCC) del MdC nei vasi sanguigni e nel tessuto. La convoluzione tra la TCC vascolare e la Impulse Residue Function (IRF) restituisce la TCC tessutale. Valutare la perfusione significa calcolare l’apporto di sangue al tessuto, mediante l’analisi della cinetica del MdC. Tra i metodi preposti vi sono il Maximum Slope (MS) e la deconvoluzione, che vuole stimare la IRF dalle TCC estratte, risolvendo quindi il problema inverso. OBIETTIVI. Il lavoro di Tesi nasce per calcolare i parametri perfusionali epatici, con modello mono compartimentale dual input. A questo scopo, si volevano approfondire le relazioni esistenti tra i diversi elementi coinvolti nel processo diretto di convoluzione, con particolare interesse per la IRF. METODI. È stato individuato un set di curve idonee a rappresentare la IRF e ne sono stati definiti metodi di calcolo automatici dei parametri, traendo informazioni dalle TCC reali. È stato quindi sviluppato un simulatore per generare TCC di tessuto, attraverso la convoluzione della IRF con TCC vascolari. Si è studiato un metodo di calcolo dei parametri perfusionali, effettuati sugli output del simulatore. I dati perfusionali sono stati analizzati con un classificatore non supervisionato, per individuare gruppi significativi di pazienti. RISULTATI. Il metodo è stato applicato per lo studio perfusionale di 10 pazienti. I dati ottenuti sono stati confrontati con quelli calcolati indipendentemente con MS sulle stesse curve, ottenuta correlazione e proporzionalità tra le misure. Inoltre, sono stati rilevati gruppi di esami con caratteristiche cliniche simili.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Mottola, Margherita
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
TC perfusionale,perfusione,fegato,deconvoluzione,Maximum Slope,simulatore,analisi del segnale
Data di discussione della Tesi
16 Marzo 2017
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^