Il polar africano "Vengeance à Yaoundé" di Marie Ottou: proposta di traduzione

Storti, Silvia (2017) Il polar africano "Vengeance à Yaoundé" di Marie Ottou: proposta di traduzione. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Traduzione specializzata [LM-DM270] - Forli', Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (storti silvia tesi)
Full-text non accessibile
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (1MB) | Contatta l'autore

Abstract

Il presente elaborato si concentra sul romanzo poliziesco francofono in Africa nera e sulla traduzione editoriale dal francese in italiano. Inizialmente presenta il genere poliziesco e la narrativa africana francofona dell’area subsahariana. In seguito analizza il polar noir e il caso del romanzo "Vengeance à Yaoundé". Successivamente propone la traduzione di alcuni capitoli di tale romanzo. Infine studia la traduzione del poliziesco, in linea teorica e pratica. Il poliziesco africano è nato negli anni ’70 e si sviluppa negli anni ’80-’90. È attualmente in espansione, ma ancora poco studiato. È di ambientazione prevalentemente africana e d’ispirazione occidentale. Offre spesso l'analisi socioculturale ed economica dell’Africa e ha intento divulgativo e di denuncia. È più influenzato dalla letteratura africana che dal genere poliziesco, tuttavia ne mescola i caratteri e le difficoltà traduttive. "Vengeance à Yaoundé" è un afropolar sentimentale, di sottogenere suspense, scritto dalla giovane autrice camerunese Marie Ottou e pubblicato da Dagan nel 2013. Le peculiarità del romanzo sono la riproduzione dell’oralità, l’eterolinguismo e la presenza di lessico giuridico. Le ultime due caratteristiche, “ibride”, hanno richiesto approcci e strategie traduttivi tipici della traduzione settoriale: rispettivamente glossario e ricerche terminologiche. Ciò ha spinto a riflettere sul fatto che talvolta il confine tra la traduzione letteraria e la traduzione settoriale non è del tutto definito. In ottica traduttiva, oltre al rispetto delle norme del genere poliziesco, è stata fondamentale la conoscenza del contesto socioculturale, linguistico e letterario dell’opera, possibile anche grazie al rapporto diretto con l’autrice. L’intento è stato che la traduzione proposta fosse un punto d’incontro tra il “mondo” linguistico e culturale di partenza e quello d’arrivo.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Storti, Silvia
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
Traduzione editoriale francese-italiano; Letteratura africana; Poliziesco; Eterolinguismo.
Data di discussione della Tesi
14 Marzo 2017
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^