La Bolivia in Nuestro mundo muerto di Liliana Colanzi: proposta di traduzione

Barbato, Olga Alessandra (2017) La Bolivia in Nuestro mundo muerto di Liliana Colanzi: proposta di traduzione. [Laurea magistrale], Università di Bologna, Corso di Studio in Traduzione specializzata [LM-DM270] - Forli', Documento ad accesso riservato.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF
Full-text accessibile solo agli utenti istituzionali dell'Ateneo
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (1MB) | Contatta l'autore
[img] Documento PDF
Full-text non accessibile
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

Download (518kB) | Contatta l'autore

Abstract

Lo scopo del presente elaborato è la proposta di traduzione in italiano di Nuestro mundo muerto, una raccolta di otto racconti dell’autrice boliviana Liliana Colanzi, considerata una delle promesse della letteratura latinoamericana contemporanea. Il primo capitolo offre un’analisi dettagliata dell’opera: partendo da una breve biografia dell’autrice e da una trattazione concisa delle altre sue opere pubblicate, si concentra sulla trama dei singoli racconti, sull’analisi tematica della raccolta, sullo stile dell’autrice, nonché sull’esposizione delle caratteristiche del castellano di Bolivia riscontrabili nel testo. Il secondo capitolo è costituito da una breve trattazione delle divisioni sociali ed etniche che sono proprie della Bolivia e che permeano ogni pagina dei racconti. Una breve descrizione del mito del mestizaje, l’incrocio di razze offerto come soluzione fallimentare al problema etnico, è seguito da un’ampia definizione del termine cholo e dalla spiegazione della distinzione etnica tra camba e colla. Infine, un paragrafo a parte è dedicato alla popolazione indigena degli ayoreo, con particolare attenzione al lavoro dell’etnologo Lucas Bessire, citato dall’autrice, che denuncia la devastazione della loro cultura e del loro territorio. Il terzo capitolo propone la traduzione degli otto racconti, con l’aggiunta di un glossario dei termini del testo legati in maniera particolare alla cultura di partenza. Il quarto capitolo è di commento alla traduzione. Per quanto non sia possibile definire una strategia di traduzione globale, l’obiettivo di fondo è stato quello di mantenere l’alterità del testo e le sue specificità culturali, oltre che il rispetto dello stile dell’autrice. L’appendice riporta l’intervista a Liliana Colanzi svolta durante la stesura dell’elaborato.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di laurea (Laurea magistrale)
Autore della tesi
Barbato, Olga Alessandra
Relatore della tesi
Correlatore della tesi
Scuola
Corso di studio
Ordinamento Cds
DM270
Parole chiave
traduzione editoriale dallo spagnolo in italiano, Liliana Colanzi, Bolivia, racconti
Data di discussione della Tesi
14 Marzo 2017
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza il documento

^